Chi acquista un telefono come parte di un abbonamento vedrà l’importo dovuto, finire nell’elenco di BKR, un’agenzia che consente a banche ed altri istituti di credito di verificare la posizione dei suoi clienti in merito ai debiti. Lo ha stabilito AFM, l’Autorità regolatrice dei servizi finanziari, inserendo gli abbonamenti che includono cellulari di valore superiore a 250e nella lista dei servizi considerati “debiti”.

Questo significa che il ‘prestito’ sarà considerato tale a partire dal I maggio e sottoposto, quindi, alla verifica della situazione debitoria del contraente.  Dal 1 ° dicembre, tutto il credito superiore a € 25o utilizzato per più di un mese è stato inserito nel registro.

Questo include le schede credito, spendibili nei negozi, le carte di credito e gli scoperti di piccolo importo. Le banche e altri fornitori, utilizzano il BKR per controllare se i clienti sono in grado di assumere impegni finanziari rilevanti.

Chi vorrà sottoscrivere un abbonamento telefonico, quindi, dovrà dimostrare di avere entrate sufficienti per pagarlo.