A Utrecht torna la prostituzione in vetrina

Con buone probabilità la città di Utrecht tornerà ad avere prostitute in vetrina nel 2017, ha scritto il sindaco Jan van Zanen in una lettera al consiglio cittadino giovedì. Un imprenditore edile vuole costruire 162 posti di lavoro nell’area designata per il bordello con vetrine e una prostituta pensa di aprire un’attività in Hardebollenstraat, secondo quanto riportato dall’ANP.

Il costruttore progetta di erigere gli edifici del bordello con diverse facciate e aree verdi sul retro, in modo che gli stabilimenti si adattino alla zona. Il sindaco Van Zanen pensa di ottenere il via libera ufficiale in estate.

La sex worker Caja van Tolie ha intenzione di aprire 17 vetrine su Hardebolenstraat per la sua attività Freya e vorrebbe che le prostitute vi lavorassero come freelance. La città in realtà non vuole il ritorno della prostituzione in Hardebollenstraat, ma sta considerando il progetto Freya. Il comune discuterà il piano a fine febbraio.

Le vetrine sono sparite da Utrecht nel 2013: il comune ritirò i permessi per sospetti di sfruttamento.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli