NL

NL

A L’Aia, gli edifici di 110 ambasciate cadono a pezzi. Ma il comune non può intervenire

Photo Streetview

Alcuni importanti edifici delle ambasciate a L’Aia, tra cui la residenza saudita “Huize Kempenaer”, sono in uno stato di avanzato degrado a causa di mancata manutenzione, dice Omroepwest. Tuttavia, il governo comunale non può intervenire poiché le ambasciate e i loro edifici godono di uno status di extraterritorialità.

La Vereniging Vrienden Monumentaal Erfgoed esprime preoccupazione per lo stato di abbandono degli edifici monumentali e tiene traccia dei paesi che non effettuano i necessari lavori di manutenzione tramite il sito web “Shabby embassies, the shame of diplomacy“.

Nonostante la volontà di affrontare il problema, il governo comunale ha poche opzioni a disposizione a causa delle restrizioni internazionali che impediscono di imporre l’obbligo di manutenzione agli edifici delle ambasciate. Anche la diplomazia ha i suoi limiti, poiché gli ambasciatori e i loro edifici sono considerati inviolabili.

Tuttavia, il dialogo tra le autorità locali e le ambasciate sembra aver dato qualche risultato, specialmente nel caso dell’Arabia Saudita, che si è impegnata a migliorare la situazione e a intraprendere azioni correttive per i propri edifici. Anche se non è possibile imporre misure coercitive, sia il ministero degli Esteri che il comune di L’Aia stanno lavorando per sensibilizzare le ambasciate sul problema e per incoraggiarle a mantenere i loro edifici in condizioni adeguate.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli