L’Opera Nazionale Olandese ha annunciato la quinta edizione dell’Opera Forward Festival. Il festival si terrà dal 18 al 21 marzo e si svolgerà online. Il tema di quest’anno sarà “Dove andiamo da qui?” e il festival presenterà una programmazione tematica quotidiana, completamente gratuita e con sottotitoli in inglese.

Pare proprio che l’OFF abbia aspirazioni culturali ben diverse dal buon vecchio Sanremo: infatti, oltre alle dovute differenze musicali, il festival olandese inizierà il 18 marzo con una serata dedicata ai sette peccati capitali. Inoltre, sarà Marieke Lucas Rijneveld, vincitrice dell’International Booker Prize 2020, ad aprire la serata con una poesia creata appositamente per riflettere sul potere e l’importanza dell’arte. Dunque, niente siparietti o performance pseudo-comiche che strizzano l’occhio a un pubblico di boomer. Soprattutto perché il pubblico dell’OFF sarà molto più variegato: persino i bambini avranno un pomeriggio dedicato a loro e al loro rapporto con l’arte e la musica.

Alla poesia di Marieke Lucas Rijneveld seguirà I sette peccati capitali di Kurt Weill e Bertolt Brecht, interpretati dal soprano Eva-Maria Westbroek, dall’attrice Anna Drijver e dalla Rotterdam Philharmonic Orchestra diretta da Erik Nielsen.

A ciascun festival la propria sezione giovanile

Il 19 marzo toccherà ai giovani con la performance di Gregory Caers con gli studenti della MBO Theaterschool Rotterdam, oltre ai progetti speciali dei partecipanti alle precedenti edizioni del festival.

Il 20 marzo la programmazione sarà dedicata agli sviluppi tecnologici che stanno radicalmente cambiando il nostro modo di vivere. Il festival sarà anche caratterizzato da performance musicali e discussioni stimolanti.

Infine, l’evento si concluderà il 21 marzo con un “pomeriggio per tutte le generazioni”. Ci sarà un programma dedicato all’intrattenimento dei bambini, così come si terranno importanti conversazioni per gli adulti sull’importanza dell’educazione artistica e musicale nelle scuole. Alla kermesse canora verrà anche presentate anche “Een lied voor de maan – Una canzone per la luna”: