GLOBAL

GLOBAL

9 sopravvissuti al 7 Ottobre fanno causa agli attivisti USA pro-Palestina :”sostenete Hamas”

Photo: Source: Flickr CC 2.0

Nove sopravvissuti agli attacchi del 7 ottobre nel sud di Israele hanno intentato una causa civile contro gruppi pro-palestinesi negli Stati Uniti, accusandoli di fornire “supporto materiale” al “terrorismo” attraverso le loro attività di advocacy nei campus universitari. I gruppi accusati, American Muslims for Palestine (AMP) e National Students for Justice in Palestine (NSJP), sostengono che la causa faccia parte di un modello di attacchi destinati a mettere in difficoltà i gruppi pro-palestinesi e a limitare la libertà di parola nelle università statunitensi, scrive Al Jazeera.

Gli esperti temono che queste cause possano soffocare la libertà di espressione e ridurre le risorse per l’attivismo: la causa, depositata il 1° maggio in un tribunale federale della Virginia, descrive come i nove querelanti siano sopravvissuti agli attacchi del 7 ottobre, durante i quali Hamas ha ucciso e preso in ostaggio diverse persone. La causa accusa AMP e NSJP di agire come “divisione di propaganda di Hamas”, reclutando studenti universitari americani per diventare “soldati” di Hamas.

Secondo gli avvocati dei gruppi pro-palestinesi, queste accuse sono infondate e mirano a intimidire e silenziare i critici delle politiche israeliane. Essi affermano che tali cause sono una strategia per impedire le attività politiche non violente equiparandole al terrorismo.

Le università sono diventate un centro del movimento anti-guerra, con molte proteste pacifiche svoltesi nei campus. Tuttavia, le reazioni sono state intense, con arresti di manifestanti e altre misure disciplinari contro gli studenti coinvolti. Alcuni gruppi pro-Israele e funzionari eletti hanno chiesto alle università di reprimere i manifestanti pro-palestinesi in nome della lotta all’antisemitismo.

Gli avvocati per i diritti civili e la libertà di espressione sostengono che questi attacchi legali non riguardano realmente la vittoria in tribunale, ma piuttosto mirano a esaurire le risorse dei gruppi pro-palestinesi e danneggiarne la reputazione.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli