Il porto di Rotterdam e l’aeroporto di Schiphol saranno protette tmeglio e ci sarà una maggiore supervisione dei dipendenti, in particolare per combattere il traffico di droga, scrive NOS.
Il governo ha reso disponibili 7 milioni di euro per rendere i più grandi porti olandesi più impermeabili ai criminali.

La maggior parte dei soldi è destinata al porto di Rotterdam dove nell’ultimo anno sono stati intercettati oltre 40.000 chili di cocaina. Anche quest’anno sono stati sequestrati grandi lotti di droghe, con il più grande sequestro di eroina di sempre nei Paesi Bassi.

A causa della corona, ci sono meno voli, ma secondo la dogana, la droga continua ad arrivare via Schiphol, nonostante in misura notevolmente inferiore rispetto al porto.

Jon Brandjes, direttoe della dogana olandese, vede che il traffico di droga non è stato disturbato da un minor numero di voli a Schiphol.

Secondo il ministro della Giustizia uscente Grapperhaus, i 7 milioni sono destinati principalmente a sensibilizzare i dipendenti al crimine e a garantire che segnalino casi sospetti più rapidamente.

“Devono capire se accade qualcosa nel loro ambiente di lavoro. Devono capire che se qualcuno si avvicina a te in un certo modo perché lavori a Schiphol, spesso ci sono intenzioni sbagliate dietro”.

Da anni ci sono preoccupazioni per le infiltrazioni della criminalità organizzata nel porto di Rotterdam e si stanno compiendo sforzi per rendere il porto più sicuro, dice NOS.