Il numero di contagi da Covid-19 nei Paesi Bassi continua a preoccupare. Nella giornata di domenica sono stati registrati altri 6378 positivi. Benché il numero sia leggermente inferiore agli oltre 6500 casi di sabato, ci troviamo davanti ad un aumento del 59% rispetto alla scorsa settimana.

Questa settimana, 38.821 persone sono risultate positive all’infezione. Si tratta del 60% in più rispetto alla settimana precedente. Anche il numero totale di pazienti in cura negli ospedali per Covid-19 è aumentato, arrivando ad un totale di 1233 ricoveri. Questo è il numero più alto registrato dal 17 maggio ed è 10 volte superiore al totale del mese di settembre.

Secondo NOS, Il primo ministro Mark Rutte, il ministro della Salute Hugo de Jonge, il ministro della Giustizia e della sicurezza Ferd Grapperhaus e il direttore della RIVM Jaap van Dissel, si sarebbero riuniti nella giornata di domenica presso la residenza del Primo Ministro per discutere l’introduzione di nuove misure. 

Martedì prossimo, il governo terrà con tutta probabilità un’altra conferenza stampa allo scopo di intensificare le restrizioni. “Dobbiamo prepararci a nuove misure”, ha detto De Jonge ai giornalisti domenica.

Durante il fine settimana, diversi esperti sanitari dei Paesi Bassi hanno affermato che il paese avrebbe avuto bisogno di restrizioni più severe e chiare per contrastare il virus. Si sono espressi in opposizione all’attuale approccio del Consiglio dei Ministri che si è limitato a consigliare determinati comportamenti invece di approvare norme vincolanti.

“Sono molto favorevole a entrare in lockdown il prima possibile”, ha detto ad AD Diederik Gommers, leader della terapia intensiva. “E non uno smart lockdown o cose simili, ma uno completo. Altrimenti non cambierà nulla.” Ha dichiarato sabato.

Aumento del numero dei ricoveri, notevole ma non inaspettato

L’aumento del numero dei ricoveri non è inaspettato, secondo il coordinatore dei servizi di terapia intensiva Ernst Kuipers. “Il numero di pazienti covid ammessi in ospedale continua ad aumentare, questo dato è in linea con le aspettative”, ha dichiarato.

Dei 1233 pazienti ricoverati, 247 si trovano in terapia intensiva, secondo i dati dell’ufficio di coordinamento dei pazienti LCPS.

Inoltre, allo scopo di alleggerire la pressione sugli ospedali delle regioni occidentali – che contavano più della metà dei contagi da Covid-19, i pazienti sono stati distribuiti equamente in tutte le regioni olandesi.

Amsterdam rimane la più colpita con 420 casi

Secondo i dati di domenica, la maggior parte dei positivi si trova ad Amsterdam (420), Rotterdam (376), L’Aia (273) e Utrecht (234). La situazione ad Amsterdam è migliorata dell’8% rispetto a domenica scorsa, ma è peggiorata per le altre tre città.

Rotterdam presenta un aumento di contagi pari al 40%, mentre all’Aia è stato registrato il 19% in più di positivi. Utrecht ha visto un aumento del  76% rispetto a domenica scorsa.

Si stima che il totale dei casi nei Paesi Bassi supererà i 200mila casi la settimana prossima.