Una maggioranza degli olandesi sostiene l’allentamento entrato in vigore mercoledì scorso ma un gruppo altrettanto numeroso pensa che le riaperture parziali siano sufficienti. Questa è la conclusione di I&O Research da un sondaggio mensile commissionato da NOS.

Secondo il ricercatore Peter Kanne, la situazione drammatica negli ospedali ha ancora il suo impatto sulle opinioni della popolazione: “Gli oppositori non concordano che in quelle circostanze ci sia rilassamento. Molte persone ritengono che questo stia accadendo sotto la pressione dell’opinione pubblica e che la minaccia del” codice nero “avrebbe potuto essere evitata se le misure fossero state inasprite prima”.

D’altra parte, i sostenitori del rilassamento, che ritengono che il rigoroso lockdown non sia più sostenibile, considerano prioritario dare un po’ di respiro alla società. 7 olandesi su 10 rimangono favorevoli alle mascherine e alla riapertura dei negozi mentre il 54% degli intervistati è contrario alla riapertura delle terrazze.

Il sostegno generale alla politica Covid è nuovamente diminuito, sebbene la maggior parte degli olandesi (56%) possa ancora ampiamente giustificare le misure. A gennaio, il sostegno era del 75%. La gente boccia del tutto la politica di vaccinazione: la metà degli intervistati pensa che il programma di vaccinazione non stia andando bene (29%) o addirittura male (23%).