NL

NL

40 anni fa il primo omicidio a sfondo razziale in Olanda. Le associazioni: è ora di un centro nazionale anti discriminazione

In occasione della commemorazione della morte di Kerwin Duinmeijer, il direttore Sjaak van der Linde, leader del primo ufficio antidiscriminazione Radar a Rotterdam sostiene che sia giunto il momento di istituire un centro nazionale per le vittime di discriminazione e razzismo, dice NOS.

L’ufficio antidiscriminazione Radar è stato fondato alla fine del 1983, due mesi dopo l’omicidio di Kerwin: il quindicenne antilliano è stato accoltellato durante una lite con un gruppo di skinhead nella notte tra il 20 e il 21 agosto 1983 ad Amsterdam. La sua morte è stata indicata come il primo omicidio razzista nei Paesi Bassi dalla Seconda guerra mondiale. L’omicidio ha suscitato indignazione e ha ispirato la canzone “Zwart Wit” (Bianco e Nero) da parte di Frank Boeijen.

La morte di Kerwin Duinmeijer ha risvegliato la coscienza delle persone, sfidando l’immagine dei Paesi Bassi come paese tollerante. Tuttavia, il direttore di Radar, Van der Linde, sottolinea che già prima della morte di Kerwin Duinmeijer c’erano stati episodi violenti di razzismo nel paese.

La necessità di un approccio più strutturato emerge dalla presenza di vari punti di segnalazione in diverse parti del paese: ad oggi non esiste per i comuni l’obbligo di istituire un centro per la segnalazione dei crimini di razzismo.

n

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli