L’acquisto di un biglietto ferroviario non dà diritto ad un posto, il tribunale di Utrecht si è pronunciato così in una disputa intentata da ConsumentenClaim contro la compagnia ferroviaria olandese NS. 
Secondo il tribunale, un titolo di viaggio dà diritto al trasporto ma non specifica le modalità del trasporto stesso. Pretendere, quindi, anche un posto a sedere non è quindi contemplato.
L’organizzazione dei consumatori ConsumentenClaim aveva richiesto un risarcimento ad NS durante una class action intentata da un gruppo di passeggeri del servizio ferroviario. Secondo l’organizzazione, la gente è costretta in “treni sovraffollati” ogni giorno a causa di carenza di vagoni.

ConsumentenClaim ha definito la sentenza del tribunale deludenteMa ha aggiunto che grazie all’agitazione e alla relativa attenzione dei media, NS è intervenuta sulla qualità del servizio.

Commentando la sentenza, NS ha detto che l’Olanda è un paese sempre più affollato e viaggiare in piedi è una nuova normalità.