Nel 2001, stando ad un rapporto del quotidiano Trouw, ben 3 giovani olandesi -tra 20 e 25 anni- su 4 erano economicamente indipendenti. Nel 2016 le proporzioni sono ribaltate: solo 1/4 degli under 25, infatti, sarebbe in grado di mantenersi senza l’aiuto della famiglia.

Secondo il sindacto FNV, la colpa sarebbe certamente nelle forme contrattuali offerte: se in precedenza, un lavoro a tempo pieno poteva comunque garantire il minimo sindacale, l’abuso dello strumento degli stage, coperti con appena 250e al mese, finisce per rendere impossibile un sostentamento individuale.

Ad aggravare il quadro, ci sarebbero le nuove forme contrattuali flessibili e il prolungamento del periodo degli studi. Secondo Weimer Salverda, docente di diritto del lavoro, al Trouw ogni anno senza un reddito influenza il lavoro negli anni successivi.