Ad Anderlecht, in Belgio, è stato arrestato un uomo per il suo ruolo in una sparatoria mortale ad Almere il 21 dicembre 2019. Il sospetto di 26 anni era nella lista dei “most wanted” in Olanda. I nuclei speciali belgi FAST sono stati in grado di effettuare l’arresto giovedì sera in collaborazione con il team FAST olandese e il team investigativo Midden-Nederland. Il sospetto è stato precedentemente condannato in primo grado in contumacia per il suo ruolo nell’incidente della sparatoria. 

La sparatoria mortale è avvenuta sabato 21 dicembre 2019, scrive la politie in un comunicato stampa, e quel pomeriggio intorno alle 16 aveva ricevuto un messaggio che parlava di spari sulla Stadhuisplein. Gli agenti hanno trovato sul posto un uomo gravemente ferito che è morto poco prima dell’arrivo dei soccorsi.

Il responsabile, in fuga da allora, è stato condannato in contumacia a 14 anni di carcere all’inizio di quest’anno. Dopo una ricerca approfondita e diversi appelli lanciati su Opsporing Verzocht, il 29 aprile la polizia è riuscita a localizzarlo ad Anderlecht, in Belgio da dove presto dovrebbe essere estradato.