Circa 2,5 milioni di adulti e 100 mila bambini sono obesi nei Paesi Bassi. Il numero di persone in sovrappeso o obese nei Paesi Bassi è raddoppiato dal 1990, secondo i dati di Statistics Netherlands. In vista della Giornata mondiale dell’obesità, medici e scienziati del Maastricht University Medical Center chiedono al governo di prestare maggiore attenzione a questo problema.

La metà degli adulti e il 12% dei bambini sono in sovrappeso. Il 15% degli adulti e quasi il 3% dei bambini è obeso. L’obesità aumenta il rischio di molte malattie, tra cui diabete, malattie cardiovascolari e cancro, avvertono i ricercatori.

“L’obesità non è una scelta di vita. Sebbene l’alimentazione e l’attività fisica siano importanti nella prevenzione e nel trattamento del sovrappeso, anche altri fattori svolgono un ruolo fondamentale, come il sonno, lo stress e l’uso di droghe con prescrizione medica”, ha affermato il dott. Gijs Goossens, scienziato presso l’UMC + di Maastricht e presidente dell’associazione olandese per gli studi sull’obesità (NASO).

Secondo Ronald Liem, chirurgo e presidente della Società olandese per la chirurgia metabolica e bariatrica, l’attuale attenzione del governo e degli assicuratori sanitari sulla prevenzione dell’obesità non è sufficiente. “Le conseguenze dell’obesità sono enormi”, ha detto. “L’obesità è una condizione cronica e pertanto le persone in sovrappeso meritano cure e trattamenti personalizzati.”

Secondo Goossens e Liem, le persone in sovrappeso e obese sono spesso viste come pigre e prive di autodisciplina. Affrontano discriminazioni sul lavoro, nell’istruzione e persino da parte degli operatori sanitari.

Aumentano, inoltre, gli “obesi light”: Aumentano nei Paesi Bassi gli “obesi light” ossia coloro considerati leggermente in sovrappeso. Circa 100.000 persone, ovvero lo 0,9 per cento della popolazione, vengono classificate come aventi il ​​più grave dei tre livelli di obesità. Complessivamente il 14,2% delle persone è sovrappeso, due volte e mezzo la percentuale registrata all’inizio degli anni ’80, ha detto l’agenzia nazionale di statistica CBS.