25 anni fa mercoledì, il 35enne di Amsterdam Carlo Picornie morì in una massiccia lotta tra gli hooligan del Feyenoord e dell’Ajax in un prato lungo la A9 vicino a Beverwijk conosciuta come “la battaglia di Beverwijk”, dice Rijnmond.

Spruijt era l’unico giornalista/fotografo presente e da tempo segue gli hooligan di Rotterdam.
Quel giorno il Feyenoord doveva giocare fuori casa con  l’AZ ad Alkmaar e poche settimane prima, il 16 febbraio 1997,  l’ala dura delle due tifoserie di Feyenoord e Ajax si era data appuntamento prima del match Feyenoord-Volendam.

“L’autobus dei tifosi del Feyenoord venne attaccato sulla A10 da quelli dell’Ajax”, dice Spruijt al portale di Rotterdam. “Lo zoccolo duro che guidava dietro è uscito dalle auto e gli hooligans dell’Ajax sono scappati”.

Dopo quell’evento, l’ala dura della tifoseria di Amsterdam ha cercato “vendetta”: Spruijt e i nuclei antisommossa si aspettavano scontri pesanti il 23 marzo 1997 ad Alkmaar; dove, tuttavia, non era chiaro. Il fotografo ha seguito gli hooligans sulla A4, dice al giornale e ad un certo punto le auto si sono fermate di nuovo sull’autostrada, con i supporter della squadra di Rotterdam che hanno iniziato a correre nel prato verso quelli della formazione di Amsterdam.

Ne è scaturita una rissa violentissima sul prato della A9 con mazze, catene, crick e altri oggetti contundenti. Il fotografo, ad un certo punto, è stato preso di mira, picchiato con una mazza da baseball ma è riuscito, comunque, a salvarsi e a salvare la pellicola.

Carlo Picornie, il tifoso dell’Ajax, colpito più duramente sarebbe morto di lì a poco in ospedale. Gli scatti che aveva raccolto il fotografo, tuttavia, erano unici e gli hanno procurato fama ma anche diversi guai: minacce dalle tifoserie e pressioni dagli inquirenti per avere i negativi.

La battaglia di Beverwijk  è ancora commemorata ogni anno ad Amsterdam. Per la morte di Picornie, venne condannato a 5 anni di carcere un Rotterdammer, allora 21enne. Altri  coinvolti nella battaglia riceveranno pene detentive che vanno da pochi mesi a quattro anni.