NL

NL

21.500 afgani vogliono raggiungere i Paesi Bassi

Di recente, il Ministero degli Affari Esteri avrebbe ricevuto quasi 22.000 richieste da persone in Afghanistan che ritengono di poter essere evacuate nei Paesi Bassi. Le ministre uscenti Kaag e Bijleveld e la segretario di Stato Broekers-Knol scrivono in una “dichiarazione di fatti” alla Camera che fino a domenica sono state ricevute quasi 41.000 e-mail all’indirizzo speciale. Di questi, 21.512 “sembrano riferirsi in prima istanza alla mozione Belhaj et al., ossia la mozione con la quale la Kamer  chiede al gabinetto di evacuare le persone che hanno lavorato per i Paesi Bassi in modo diverso, oltre all’interpretariato. Ciò riguarda, ad esempio, le guardie giurate e i cuochi, nonché i giornalisti e i difensori dei diritti umani.

I ministri sottolineano che una e-mail può riguardare più persone e che il numero delle persone coinvolte è quindi maggiore del numero delle e-mail. I ministri sottolineano che il rapporto si basa sulle informazioni disponibili fino ad oggi. Scrivono che il governo sta continuando con i suoi sforzi per evacuare ancora più persone. “Inoltre, l’operazione sarà valutata in modo indipendente in seguito per trarre lezioni dagli eventi”.

Secondo i ministri e la sottosegretaria di Stato, il gruppo portato nei Paesi Bassi è composto da 708 cittadini olandesi, 371 interpreti e altri che hanno lavorato per missioni militari o di polizia internazionali, compresi i loro familiari.

Inoltre, sono stati evacuati 211 membri del personale dell’ambasciata, comprese le famiglie, 15 membri del personale dell’UE locale, 30 membri del personale delle Nazioni Unite, 19 persone che lavoravano per la NATO e altre 319 che rientrano nei gruppi  della mozione Belhaj.

 

SHARE

Altri articoli