The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

2015, anno dei record per il cinema olandese

Mai tanti spettatori nelle sale dal 1967. Continua il declino nelle vendite di DVD e Blue Ray, non decollano i film on demand



L’industria cinematografica olandese, festeggia il 2015 con un piú 7,1% di biglietti venduti (32,9 milioni contro i 30,7 dell’anno precedente). A dare l’annuncio, le associazioni di categoria Nederlandse Vereniging van Bioscopen en Filmtheaters (NVB) e Nederlandse Vereniging van Filmdistributeurs (NVF) durante la cerimonia di inizio d’anno tenuta stamattina presso il Tuschinski di Amsterdam. L’ottimo stato di salute del cinema in Olanda è certificato, nonostante i tagli ai finanziamenti pubblici degli ultimi anni, anche dall’aumento del numero delle sale, con un incremento nel 2015, di ben 6250 posti a sedere. Nella relazione, come riportato dal quotidiano Volkskrant, si evidenzia il ruolo di traino svolto dai colossal stranier; tra questi, hanno raccolto il maggior indice di gradimento tra il pubblico, Spectre, Star Wars e Minions. Questi risultati sono il frutto di anni di politiche “cinema friendly” che hanno consentito anche lo sviluppo di un’agguerrita nicchia di appassionati di cinema indipendente, con decine di migliaia di spettatori che corrono ad assistere ad opere altrove ignorate. L’Olanda, da questo punto di vista, puo’ contare su una delle piú fitte reti al mondo di sale e centri culturali dedicati alla settima arte. Ma la parte del gigante, continuano a farla film provenienti dagli USA: il 70% del mercato è stato occupato nel 2015 da opere statunitensi mentre, per il rimanente, i film olandesi subiscono una leggera flessione al 19,3% dal 17,6% dell’anno precedente. Gooische Vrouwen 2, ad esempio, con 818mila spettatori, rimane il blockbuster del 2015 ed uno dei film olandesi piú visti di sempre, risultando ancora in programmazione ad oltre un anno di distanza dalla prima uscita nelle sale. Ottimi numeri anche per Michiel de Ruyter, con 693 000 spettatori, per la commedia Ja, Ik wil!  con 366 000, Bon Bini Holland, 366.000 e grandi numeri anche per Bloed, Zweet & Tranen, 311 000, il film biografico su André Hazes.



31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!