Sarebbero venti, i bambini olandesi ad aver contratto una nuova grave malattia infantile nelle ultime settimane che si ritiene sia in qualche modo correlata a Covid-19. Dieci sono risultati positivi agli anticorpi contro il Covid.Ciò è evidente da un sondaggio condotto dalla Nederlandse Vereniging voor Kindergeneeskunde (NVK).

L’NVK ha chiesto ai pediatri olandesi due settimane fa di segnalare tutti i casi di questa nuova patologia sconosciuta che sembra presentare le caratteristiche della sindrome di Kawasaki, che colpisce quasi esclusivamente i bambini di età inferiore ai 5 anni, e la sindrome da shock tossico (TSS).

“Solo quattro dei venti pazienti avevano meno di 5 anni”, afferma il presidente della NVK Károly Illy, egli stesso pediatra all’ospedale Rivierenland di Tiel. “Sono stati rilevati anticorpi contro il coronavirus in dieci pazienti.” La situazione è ancora molto incerta, scrive NOS, e gli studiosi sono ancora lontani da una conclusione.

Il professore di terapia intensiva pediatrica presso l’UMC di Amsterdam Job van Woensel aveva precedentemente dichiarato a Medische Contact che il quadro clinico sconosciuto nei bambini è causato più da una reazione eccessiva del sistema immunitario che dal virus stesso. Questa reazione eccessiva è osservata in molti pazienti covid.

Le prime notizie sulla nuova malattia infantile probabilmente legate alla covid-19 sono emerse un mese fa nel Regno Unito, seguite poi da Irlanda, Belgio, Svizzera, Italia, Spagna, Francia e Stati Uniti.

Nella sola New York, ci sono 102 pazienti, secondo il Governatore Cuomo e sarebbero morti tre bambini. In Francia, il numero totale di casi della scorsa settimana è salito a 135. Un paziente è deceduto. È stato stabilito che non aveva covid-19, ma gli esami del sangue avrebbero dimostrato che era in contatto con il virus.