I giudici de L’Aia hanno respinto una richiesta avanzata da alcuni olandesi residenti all’estero che chiedevano più tempo per poter inviare la scheda elettorale delle elezioni generali.

Per legge, le schede elettorali che sono state inviate all’estero devono essere restituite entro il 15 marzo, la data del voto nazionale. Ma circa 1.000 dei 78.000 espatriati olandesi che si sono registrati per votare, ad una settimana dalle elezioni, non hanno ancora ricevuto la scheda.

Eelco Keij, candidato alla camera per il D66, che sta facendo una campagna a favore degli expat olandesi, si scaglia contro la negligenza dello Stato  nel non aver inviato le buste con le schede entro sei settimane dal voto. ‘Un certo numero di elettori olandesi all’estero viene derubato di un diritto,’ ha detto. La corte pubblicherà solo in seguito le motivazioni della sentenza.