È l’11/11,  Elfde van de Elfde, ossia l’inizio della stagione del Carnevale nel sud dei Paesi Bassi. E benché quest’anno sia via libera, rispetto allo stop dello scorso anno, sarà comunque un evento sottotono.

Da un lato, è l’inizio di una serie di eventi  profondamente radicati nella vita associativa, dall’altro c’è un boom di contagi Covid e lo spettro del primo maxi focolaio di corona nei Paesi Bassi, proprio durante i festeggiamenti per la fine del Carnevale.

Mentre i comuni del Limburgo settentrionale e centrale hanno deciso la scorsa settimana di rinunciare del tutto ai festeggiamenti, in alcuni comuni del Brabante settentrionale e del Limburgo meridionale the party goes on, anche se regolamentato e in spazi chiusi.

A Tilburg, ad esempio, devi essere in possesso dello stemma della città 2022 e ovviamente del codice QR. Misure simili sono state prese anche a Eindhoven, Bergen op Zoom e Roosendaal.

La festa continuerà anche a Den Bosch quest’anno, ma in forma ridotta. Secondo il comune, erano disponibili 24.000 biglietti per eventi in sette località: il comune invita a non recarsi in città sprovvisti di biglietto.

La festa Elfde van d’n Elfde è quindi annullata al Grote Markt di Breda e ad Overloon.

Nel sud del Limburgo i sindaci non hanno ritenuto necessario vietare la festa d’inizio ma in altre zone, dimensioni e numero di eventi sono stati ridimensionati.