Nuovo capitolo della polemica su Zwarte Piet, il piccolo aiutante di Sinterklaas nella tradizione natalizia olandese. La settimana scorsa, il sindaco del piccolo centro di Maassluis, nella regione Zuid Holland, ha fatto sapere all’emittente NTR che nella parata di fine anno, gli Zwarte Piet saranno neri, quindi nessun aggiustamento come richiesto dal governo.

Sempre la scorsa settimana, il quotidiano NRC ha pubblicato una lettera aperta firmata da 100 personaggi pubblici olandesi, tra i quali Candy Dulfer, Patrick Kluivert, Monic Hendrickx, Humberto Tan, Paul de Leeuw e Eirk van Muiswinkel, indirizzata proprio all’emittente NTR dove si chiede di cambiare politica sulla figura di Zwarte Piet, accogliendo le proteste di buona parte della società e gli imbarazzi dell’ONU di fronte, si legge, ad una tradizione “difficile da spiegare all’estero”. L’inserimento di “Pieten” colorati, infatti, non sarebbe stato incisivo come la polemica degli ultimi anni avrebbe suggerito.

NTR è l’emittente pubblica che promuove maggiormente i personaggi natalizi legati a Sinterklaas, trasmettendo il popolare Sinterklaasjournal. Il direttore, Paul Roemer, ha risposto alla lettera con tono polemico: “Non ci faremo influenzare dalla politica o da chi strilla”, ha detto, insistendo sul fatto che la maggioranza degli olandesi ama Zwarte Piet in versione “nera” e un adattamento “colorato” rappresenterebbe solo soddisfare le richieste di una parte della società. Secondo lui, infatti, le proteste sono concentrate nel Randstad mentre il resto del paese, non vuole che la tradizione venga mutata.

Intanto il “capo Piet”, Erik van Muiswinkel, personaggio televisivo noto nelle vesti di Zwarte Piet si è “dimesso” da “Hoofd Piet” in protesta con la sua emittente: secondo il comico, infatti, le resistenze dei vertici al cambiamento della figura del piccolo aiutante di Sinterklaas non sarebbero un gesto di distensione.