di Riccardo Aulico

 

Da ben 21 anni, dalla stagione 1995-1996, l’Ajax non vince un trofeo europeo e nella serata di ieri la giovanissima squadra di Peter Bosz ha tentato a suo modo di accontentare tanto i i tifosi giunti alla Friends Arena di Stoccolma quanti i circa 120.000 che hanno affollato le strade e le piazze della capitale olandese, cercando di raggiungere i maxi schermi allestiti dal comune.

L’epilogo di questa storia, almeno di ciò che è successo sul manto verde, è ormai dominio pubblico: l’Ajax è riuscito a costruire una mole di gioco di buon livello e con ritmi costanti, ma lo United (e quel volpone di Mourinho), con cinismo e con un calcio non proprio bello da vedere, alla fine sono riusciti a mettere le mani sull’ambito trofeo, il terzo stagionale dei Red Devils.

Ad Amsterdam l’atmosfera che ha preceduto ed accompagnato lo svolgimento della partita è stata più che incandescente: le piazze, in particolare Museumplein, hanno raggiunto un livello di affluenza tale da costringere la polizia a chiudere gli accessi ed inviare un messaggio  a tutti i residenti invitandoli ad evitare la piazza antistante il Rijksmuseum e Leidseplein, anche questa al completo

Abbiamo provato anche noi, ma siamo stati costretti a cambiare l’itinerario fermandoci a Rembrandtplein dove l’organizzazione  -si diceva- avrebbe dovuto allestire sul momento un altro maxi-schermo.


Con il passare dei minuti e della partita, poi terminata con il risultato di 2-0 in favore del Manchester United, il clima di ottimismo e di entusiasmo dei tifosi è calato comprensibilmente e dopo il fischio finale la città si è svuotata velocemente. Ma, come spesso accade in queste circostanze, qualcuno aveva altre intenzioni: la polizia della capitale, infatti, ha arrestato ben 30 persone per stato di ebbrezza in luogo pubblico, insulti ed aggressione a pubblico ufficiale e l’incendio di un ombrellone (come è accaduto qualche giorno fa dopo la vittoria dell’Eredevisie da parte dei rivali del Feyenoord, ndr.), questi i principali capi d’accusa.

Nonostante questi episodi isolati, il comune e la polizia hanno reso noto che la situazione è sempre rimasta sotto controllo.