NL

NL

1 residente su 4 in NL soffre di disturbi mentali. Trimbos: “Enorme aumento”

Secondo il Trimbos Institute, il numero di adulti con disturbi mentali è aumentato notevolmente: dodici anni fa, i Paesi Bassi avevano 1,9 milioni di adulti con un disturbo mentale diagnosticato, ora sono 3,3 milioni. La crisi Covid non sembra avere un ruolo in questo incremento, dice il Trouw.

Disturbi d’ansia, depressione e anche i disturbi derivanti dall’uso di alcol e droghe sono molto comuni in tutte le fasce d’età rispetto a prima, ma tra i giovani adulti e soprattutto gli studenti sembra essere all’ordine del giorno. Nel 2009 il 22% degli studenti soffriva di una malattia mentale, ora il contatore è al 44%. Questi studenti non hanno solo qualche sintomo, ma soddisfano i criteri per una diagnosi piena, dice Trow.

Questo dato è evidente da Nemesis 3, l’ultima edizione dello studio su larga scala sulla salute mentale nei Paesi Bassi: negli ultimi tre anni, il Trimbos Institute ha inviato 100 intervistatori nel paese per parlare con 6.200 olandesi. Questo studio si svolge una volta ogni dodici anni e la prima volta era nel 1996 e poi nel 2009.

Lo studio rileva che nel corso della vita, quasi la metà degli adulti (48%) ha lamentato un disturbo mentale.

Annemarie Luik, responsabile del programma di epidemiologia presso il Trimbos Institute, cita la pressione da prestazione nell’istruzione come una possibile ragione. “Ma anche le preoccupazioni per la crisi climatica possono svolgere un ruolo, così come l’individualizzazione in corso e la crescente disparità di reddito”. Anche i social media possono svolgere un ruolo.

Un’altra domanda è perché l’ampia gamma di terapie e trattamenti non porti a una popolazione mentalmente più sana. “L’assistenza sanitaria mentale nei Paesi Bassi è di alto livello”, afferma Cuijpers. “Non tutti i 3,3 milioni di persone con malattie mentali cercano aiuto, ma Nemesis 2 ha rilevato che il 60% degli adulti con depressione cerca aiuto. Ci si aspetterebbe una diminuzione del numero di diagnosi, non un enorme aumento”.

SHARE

Altri articoli