The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

TERRORISM

Sospetta jihadista messa in libertà vigilata in attesa del processo

Il tribunale ha dato il via libera al rilascio dopo gli accertamenti psicologici e con il benestare del servizio di riabilitazione

La sospetta jihadista Lieke S., 34enne arrestata lo scorso anno al confine bulgaro-turco diretta in Siria, potrà attendere in libertà condizionale il processo a suo carico, dopo il benestare conferito dal servizio di riabilicome riporta AD.

La donna dovrà portare un bracciale localizzatore e vivere ad un indirizzo segreto dove fino al 19 di Ottobre, potrà riceverà le visite di un teologo islamico. Quest’ultima condizione è considerata come un “dono di Allah” dalla donna.

Dagli esami eseguiti dal Pieter Baan Center, istituto che esaminò la donna, e dagli approfondimenti del pubblico ministero, nessuna diagnosi relativa a disturbi mentali è stata riscontrata. Tesi confermata dall’avvocato Burhan Kayak.