NL
#Eggsgate, l’autorità per la sicurezza alimentare: i controlli lenti? Colpa dei tagli al personale

Il dirigente di NVWA Schuttelaar non ha dubbi: maggiori risorse avrebbero potuto evitare lo scandalo

it
#Eggsgate, l’autorità per la sicurezza alimentare: i controlli lenti? Colpa dei tagli al personale

Prosegue lo scandalo delle uova olandesi al Fipronil. L’istituto per la salute dei consumatori NVWA ha avviato un’indagine parallela per verificare se anche i polli destinati alla macellazione sono stati contaminati dal pesticida ritrovato ad alte concentrazione nei prodotti avicoli.

Secondo il rapporto effettuato dopo i controlli sulla Chickfriend, compagnia considerata come la principale fonte dello scandalo, alcuni produttori hanno usato delle carni contaminate. Mentre l’indagine prosegue, gli allevatori sparsi in tutto il territorio nazionale hanno già fermato le vendite. L’associazione degli agricoltori LTO (Land- en Tuinbouw Organisatie Nederland)  ha fatto sapere inoltre che la Chickfriend ha utilizzato i prodotti contaminati nelle gabbie per l’allevamento a terra e che queste vengono pulite e disinfettate ogni otto settimane.

Gli esperti che stanno tuttora effettuando i controlli hanno inoltre indicato che anni di tagli hanno ridotto le possibilità operative degli ispettori sanitari e che questo può aver contribuito alla cattiva condotta che ha portato allo scandalo di questi giorni: “Se ci fossero stati dei controlli più accurati, avremmo notato che dietro ai risultati stupefacenti della Chickfriend c’era qualcosa che non andava ed avremmo iniziato con largo anticipo le indagini. In più aver reso i confini così permeabili per le importazioni di prodotti alimentari ha reso il nostro settore molto vulnerabile”, così Marcel Shutterlaar della Healthy World Cooperation.

Commenti

commenti